Badminton Calvi Padova

Vai ai contenuti

Menu principale:


Una bella serata in pizzeria ...
 il Presidente ????         fotografo

  

“ Calvi Badminton Padova”
Saluto dal suo fondatore e Presidente  dal  2008 al 2017

Era il 2008 quando io e mia figlia Antonella tracciavamo, con vernice e pennello, nella palestra dell'ITC "Calvi", il primo campo di Badminton  nella città di Padova .e facevamo nascere  (assieme a Brenda Crook, Franco Stella, Lucio Voltolina,) l'Associazione Sportiva Dilettantistica "Calvi Badminton Padova".
Eravamo fortemente convinti che per fare conoscere e diffondere questo sport semisconosciuto occorresse presentarlo nella forma reale  dando modo a chiunque lo desiderava di praticarlo immediatamente soddisfacendo  la propria  curiosità.
In qualità di Presidente, mi attivavo con passione per fare comprendere, con grande difficoltà, alle Amministrazioni Comunali e Provinciali che le palestre scolastiche dovevano aprirsi anche a sports diversi dal volley e dal basket, per assecondare le nuove esigenze “sportive” soprattutto di  quegli stranieri che approdavano (e approdano), sempre più numerosi,  per lavoro o studio a Padova e Provincia.
Pian piano, con la forte collaborazione di alcuni Docenti di Scienze motorie e di alcuni Presidi (a cui va il mio vivo più ringraziamento) riuscivamo a tracciare nuovi campi a Padova, nelle palestre dell’IIS “Scalcerle” in via Cave, dell’IIS “Ruzza” in via Sanmicheli, dell’IIS  “Leonardo da Vinci” in via S. Giovanni da Verdara, dell’I.C. “Marsilio da Padova” in zona Guizza, dell’I.C. di Voltabarozzo e dell’I.C. di S.Giorgio delle Pertiche, ed ora  è con grande soddisfazione che vediamo giovani e meno giovani (donne e uomini)  frequentare queste palestre praticando a livello agonistico e non agonistico questo “bellissimo” sport .
In questi 9 anni trascorsi, avvalendomi del supporto tecnico di Riccardo Ferraretto, di Giovanni Traina e di Riccardo Marangoni (che tramite la prof.ssa Monica Stella ha costituito nel 2017  a Montegrotto la  nuova ASD “Terme Euganee”) ho fatto “crescere” alcuni giovani come    Shan, Erika Faggin e in particolare Alessandro Simonato che, con personale sacrificio,  mi hanno sostenuto  nella diffusione del Badminton in vari Istituti di 1° e 2° grado di Padova e provincia.
Nel 2015, infine, ho raggiunto il massimo della soddisfazione personale organizzando con successo, in qualità di Delegato Provinciale FIBa  i Campionati Italiani Master a Padova.

Ebbene, ora nel 2017, nel festeggiare il mio 80° anno di età, proprio perché intendo approfittare dell’entusiasmo e della passione di alcuni nostri giovani soci-giocatori (Alessio Ciapetti,  Alvise Schiavinato , Riccardo Mietto, Luigi Andreaggi, Erika Faggin) e perché sono sicuro che riusciranno a realizzare il mio motto “fare conoscere il Badminton per farlo amare”, ritengo giusto passare il testimone ad Alessandro Simonato e dire, in  particolare a lui e a tutti coloro che mi hanno affiancato in questi anni :
GRAZIE RAGAZZI !!!!!




“Calvi Badminton Padova”
un Club nato nella Scuola, ma che si apre al mondo

  Sono trascorsi 7 anni da quando ho dato vita al Club "Calvi Badminton Padova" e le motivazioni di allora  (vedi sotto), alquanto "rafforzate" in quanto il Badminton si sta rivelando un ottimo veicolo di aggregazione e di richiamo per giovani, adulti e "over 60", italiani e stranieri, mi inducono ad attivarmi , con i miei collaboratori  (Ale .... Erika ), con maggiore passione e tenacia per diffondere questo sport nella nostra Città e in Provincia perchè siamo sempre più convinti che

IL  BADMINTON  
DEVE  FARSI  CONOSCERE
per


“ FARSI  AMARE ”
Padova, 18 dicembre 2016    -  Bruno Ghinatti -         


                                       
      Come e quando (2008-2009)  siamo nati               

                                        "Uno sport giovane"  -  Una proposta di  un "vecchio" Preside

Per una persona che ha vissuto l'intera sua vita accanto agli adolescenti cercando, assieme ai loro Genitori e ai Docenti,  di coglierne gli aspetti più veri, più genuini anche se talvolta contraddittori, per aiutarli a crescere attraverso l'educazione e l'istruzione, era davvero duro rimanere lontano da quel  mondo che per lui è sempre stato davvero appassionante e pungolante.

E così, questa persona (ex - Preside dell'ITC "Calvi") appena si è  trovata "in pensione",  ha cercato di capire se c'era in lui ancora qualcosa che gli permettesse di non uscire da quel mondo, ma che soprattutto gli desse modo di aiutare quei giovani che molto spesso sono preda della noia o dell' indifferenza.

Si è guardato attorno, e si è detto : perché non cercare nello sport il modo per coinvolgere gli adolescenti (e perché no,  anche i non adolescenti - genitori e Docenti) in interessi comuni e sani?  

Ma quale sport? La sua origine di educatore lo spingeva alla ricerca di  uno sport  "non duro" ,  "non costoso", "sufficientemente facile da praticare", ma soprattutto adatto alle  varie età .

Così, girovagando con il suo camper nei paesi  del'Europa del Nord, si imbatteva sempre più frequentemente in quello sport (cosiddetto volano)  che lui stesso, all'età di 15 anni, aveva  praticato sulla spiaggia di Bellaria con una sua graziosa amichetta svedese e che ora con il nome di "BADMINTON"  è diventato uno degli sport più popolari nel mondo e soprattutto nei Paesi del Sud-Est Asiatico.

- Il BADMINTON, quasi sconosciuto in Italia, è simile al tennis ( giocato con una racchetta e un volano di piume d'oca ) viene  praticato prevalentemente in palestra (a livello amatoriale o agonistico) ed è adatto e stimolante per  persone di qualsiasi età -

Tutto ciò, pertanto, induceva l'ex Preside a perseguire il suo obiettivo con la sua abituale tenacia, passione e convinzione e dopo aver raccolto attorno a sè  giovani ed adulti,  a  costituire l'Associazione Sportiva "CALVI BADMINTON - PADOVA"  (una delle 5^ società presenti nel Veneto)

Questa Associazione Sportiva si rivolge alle persone di tutte le età e di ogni nazionalità, residenti a Padova,   per invitarle alla pratica di  questo sport, convinti che il Badminton sia estremamente valido come ginnastica motoria,  ma  soprattutto per la sua  rilevante valenza educativa,  formativa e sociale.

Settembre 2008
                                                                                              Il Presidente
                                                                                      Dott. Bruno Ghinatti

Torna ai contenuti | Torna al menu